• Sabrina Sedda

Semrush gratis: come gestire un sito senza cacciare un euro

Aggiornamento: 21 ore fa

Semrush offre un piano a gratis, scopriamo cosa possiamo fare senza spendere nemmeno un euro. Non perché non valga Semrush, ma perché non valiamo noi



"Ah anche esperta di SEO!"

Il piano per i poveracci pensato da Semrush ha un costo che si aggira intorno ai 100 euro. Insomma, prezzi un tantino elevati per chi non sa distinguere la SEO dalla SEM.


Vediamo cosa possiamo fare con Semrush a gratis. Sì, senza spendere un euro.



Iniziamo col dire cos'è Semrush: è una piattaforma, un sito, che ci aiuta ad analizzare i dati per migliorare la nostra strategia SEO.


Facciamo un passo indietro.


La SEO è quell'insieme di attività che ci permettono di portare traffico al nostro sito.


Facciamo un altro passo indietro.


Abbiamo un sito, e vorremmo tanto che le persone lo visitassero.



La SEO spiegata in modo semplice
Cosa possiamo fare con il piano gratuito di Semrush


Come fare?


Esistono piattaforme come Semrush che spiegano i trucchi del mestiere, in questo articolo ti spiego perché è da tenere d'occhio la versione di Semrush gratis.


Semrush gratis: cosa ci permette di fare?

Abbiamo già visto che ci dà la possibilità di analizzare il posizionamento delle nostre keyword. Passiamo al secondo punto, possiamo fare una ricerca delle parole chiave.


Ti spiego.


Quando crei un sito (non è indispensabile tu sappia programmare, puoi usare anche piattaforme come wix) devi riuscire a farti trovare dalle persone che sono interessate alla tua tipologia di prodotto o servizio.


Ok, rileggi perché non è difficile.


Fare SEO è completamente diverso dal fare pubblicità su Facebook o su Instagram, direi che è l'opposto. Nel primo caso sono le persone che ti cercano, nel secondo caso sei tu che sbatti in faccia alle persone il tuo prodotto o servizio.



Fare SEO significa farsi trovare dalle persone, mentre la pubblicità sui social è come un Salvini che si presenta senza preavviso a casa tua

Per farti trovare dalle persone, devi sapere cosa cercano le persone. Poniamo sempre il caso di un ristorante. Quali parole gli utenti digitano su Google quando cercano un ristorante? Un esempio molto banale, indubbiamente. La vostra risposta sarà sicuramente "ristorante", però


c'è un però.


Sperare che il tuo ristorante esca in prima pagina su Google quando si digita la parola ristorante è un po', come dire... folle.


Perché?


Vediamolo con la versione gratis di Semrush


Vado sul toolkit di Semrush, clicco su Keyword Magic Tool e cerco la keyword (o parola chiave) "ristorante".


Puoi vedere:

  1. L'intento di ricerca (intent): è commerciale. Le persone che cercano la parola ristorante vogliono acquistare, vogliono magnà

  2. La Keyword Difficulty (KD%) ossia quanto sia difficile posizionarsi con quella parola chiave nei primi 10 risultati ricerca. Risposta: molto (ha il 71% di difficoltà)

E già questo ci basta, per capire che dobbiamo puntare ad una parole chiave meno difficile.


Semrush ci dà una lista di parole correlate, e noi punteremo a quella keyword con KD% meno alto, con cui è più semplice comparire tra i primi 10 risultati su Google.


Ma a seconda di cosa offro, posso intuire che mi basterà usare una keyword più descrittiva, ad esempio, "ristoranti cagliari centro".


La KD% è decisamente più bassa: 24.


Cosa significa?



Avevate la mia curiosità... ora avete la mia attenzione

Molte meno persone cercano queste parole, ma sono le persone più interessate al tuo servizio. Sono le persone che ti portano i soldi. Se hai un ristorante in centro a Cagliari, dubito ti interessi essere trovato da una persona che si trova da tutt'altra parte e che non verrà a mangiare da te.


Bisogna essere pragmatici.



Ottimo, abbiamo trovato la nostra parola chiave... e ora?





Continua a leggere...









142 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti